THAILANDIA

Bangkok-1

La Thailandia è nota anche come Siam, che fu il nome ufficiale della nazione fino al 24 giugno 1939 e venne anche utilizzato dal 1945 fino al 11 maggio 1949, data della definitiva assunzione dell’attuale denominazione. Situata nel centro del sud-est Asiatico, occupa un’area di 513.115 km. quadrati. Confina a nord-ovest con la Birmania, a nord-est con il Laos, a sud-est con la Cambogia ed all’estremo sud con la Malesia, e’ bagnata ad ovest dal Mar Andaman e ad est, sul Golfo del Siam, dal Mar Cinese meridionale.

thailandia-1Geograficamente il Paese e’ suddiviso in quattro zone: la parte montagnosa del nord che circonda la citta’ di ChiangMai, che grazie ad un clima invernale secco e fresco e’ ricca di coltivazioni di ogni genere, l’altopiano del nord-est nella zona conosciuta ai Thai col nome di Isan, semiarido e carente di corsi d’acqua dove le uniche risorse consistono in cave e miniere per l’estrazione di minerali, la fertile pianura centrale sviluppata nel settore agricolo, industriale, commerciale e turistico che fa’ capo a Bangkok, la capitale del Paese, importante porta di scambio tra l’occidente e l’oriente. Spostandosi verso est, a poco piu’ di un’ora d’auto da Bangkok, troviamo Pattaya, una piccola cittadina balnerare assai nota per la sfrenata e intensa vita notturna, prendendo invece la strada per il sud in poco piu’ di due ore si arriva a Cha-Am e a Hua-Hin, due graziosi paesini sul mare dove e’ possibile trascorrere una vacanza tranquilla e rilassante.

L’ultima zona e’ la fascia che porta al sud fino al confine con la Malesia, ricca di piantagioni per l’estrazione della gomma e di miniere di stagno, nonche’ rinomata meta turistica grazie alle incantevoli isole tropicali di Phuket e Samui, ai meravigliosi scenari marini offerti dalle Phi-Phi Islands, Phang-Nga e AngThong, ed infine alle bellissime spiagge di Songkhla e Krabi.

Fatta eccezione per il sud dove il clima e’ tipicamente tropicale, con temperature molto elevate durante tutto l’anno, causa di burrascosi rovesci monsonici, la Thailandia e’ caratterizzata da tre stagioni, precisamente la stagione calda, da marzo a maggio, la stagione delle piogge, che inizia a giugno per terminare ad ottobre inoltrato, e la stagione fredda, compresa fra novembre e febbraio.

Thai-3Le temperature variano in ragione delle zone, nelle pianure centrali scendono fino ai 15° centigradi nella stagione fredda ed arrivano anche oltre i 40° durante la stagione calda, mentre al nord e nelle zone montane nella stagione fredda talvolta toccano eccezionalmente anche lo zero. Il tasso di umidita’ si mantiene sul 60% nei mesi compresi fra dicembre e febbraio e supera il 90% nella stagione calda e in quella delle piogge.

Il paese conta circa 60 milioni di abitanti dei quali circa 8 milioni, fra residenti censiti e immigrati provenienti da altre province in cerca di fortuna, vivono a Bangkok. Circa il 95% della popolazione e’ di religione Buddista Theravada, sono professate anche la religione Mussulmana, Cristiana ed altre in minoranza. La lingua nazionale e’ il Thai, caratterizzata da un sistema tonale di monosillabi pronunciati con una serie di accenti assai marcati, il sistema calligrafico e’ impostato sulla base della scrittura indiana, le lettere dell’alfabeto e i numeri derivano invece dai caratteri dei Khmers. Molto diffuso e’ anche l’Inglese, specialmente nelle grandi citta’, nelle zone turistiche e nelle aree commerciali.

Quasi il 70% dell’intera popolazione thailandese è costituito da agricoltori, che coltivano una terra alluvionale così ricca che la Thailandia è al primo posto nel mondo per l’esportazione di tapioca, al secondo per quella di riso e di caucciù, al terzo per quella di ananas in scatola. Inoltre questo paese è tra i principali esportatori di zucchero, granoturco e stagno. In via di sviluppo sono l’industria dell’abbigliamento e l’elettronica

La valuta corrente e’ il Baht, al cambio attuale pari a circa 2,2 centesimi di Euro, di conseguenza per ogni Euro si realizzano, a seconda delle fluttuazioni del cambio, da 45 a 47 Baht.

MERCATO-THAIIl centro politico e sociale del paese è Bangkok, capitale caotica, rumorosa, caldissima ma al contempo veramente affascinante.

In alcuni angoli è deliziosamente lontana dal caos che la soccombe, i templi ( wat ) in centro e lungo le due sponde del fiume sono fantastici, come bello è avventurarsi per i quartieri indiani e cinesi, dopo aver magari attraversato i viali vicino al Palazzo Reale. Anche i pontili o imbarcaderi sul fiume sono tipici e meravigliosi per la loro vivacità e per il passaggio continuo di passeggeri sia indigeni che turisti. Come non menzionare poi il tradizionale mercato galleggiante di barche, uno dei simboli della Thailandia.

E simbolo del paese è anche Phuket, l’isola thailandese per eccellenza. È conosciuta anche come  “La perla delle Andamane”, lungo le sponde di quest’isola si susseguono molte spiagge, alcune conosciute e frequentate, altre meno accessibili o più distanti dalla “massa”.

La lunga e gloriosa storia dei Thailandesi, che hanno saputo creare nei secoli una civiltà raffinata e ammirata, ha reso questo popolo educato, ospitale, cortese, umile nel servizio dei propri semplici doveri religiosi e politici, che nel passato erano improntati a tutta una particolare concezione della vita e della società. L’ospitalità, come presso tutti i popoli orientali, è sacra e se nelle città la vita moderna ha alquanto attenuato questa dote, nelle campagne si usa ancora dare cordiale ospitalità ai viandanti senza loro nulla chiedere. thai-foodIl nuovo e il moderno affascinano i Muay-thaiThailandesi protesi ad assimilare una nuova civiltà. Ma essi cercano sempre di conciliare ciò che è moderno con la loro grande tradizione, che per nulla al mondo rinnegherebbero.

Da noi in occidente la Thailandia, oltre che come meta turistica, è nota come la patria della Muay Thai, antica  arte marziale che ormai è  diventata famosa in tutto il mondo, con il sua danza tradizionale prima di ogni incontro ed il vestiario tipico, e per possedere una cucina rinomatissima e moltro apprezzata anche in occidente.

thai02Al Festival dell’Oriente sarà possibile assaporare molti di questi aspetti, a partire proprio dalla gastronomia tipica, grazie ad una ampia area dedicata al cibo thai, con le sue pietanze speziate e diverse a seconda della regione di provenienza. Non mancheranno poi stand dedicati all’abbigliamento ed accessori tipicamente thai. Potrete trovare anche espressioni thai nel campo del folklore, con canti e danze tradizionali, o del benesse, con la possibilità di sperimentare il famoso massaggio thailandese.

 

 

Utilizzando il sito si accetta l’uso di cookies per analisi, risultati personalizzati e pubblicità. cookies policy.  [ Accetto ]